Cinema e formazione: lo stato delle cose, 4 giugno 2012 ore 18


Ho scritto, circa un anno fa, un capitolo di un libro a cura di Sergio Di Giorgi e Dario Forti: Formare con il cinema. Questioni di teoria e di metodo, Angeli, 2011. Nel mio testo, più che di cinema parlo in realtà di come la formazione è toccata dall’Information & Communication Technology e dalla digitalizzazione della conoscenza. Qui trovate un estratto. Qui ne trovate un altro.

Lunedì 4 giugno  converserò con Emanuela Mancino, Pier Sergio Caltabiano e Pino Varchetta sui temi del libro.

Di seguito il programma dell’incontro:

Lunedì 4 giugno 2012
Eupolis Lombardia, Via Pola 12/14 Milano
ore 18.00 – 20.00

CINEMA E FORMAZIONE: LO “STATO DELLE COSE”

Dalle prime, pionieristiche esperienze di alcuni formatori “cinefili” che già alla fine degli anni ’70, in azienda o nelle business school, utilizzavano il linguaggio cinematografico, la comunità professionale ha registrato una diffusione crescente di metodologie e pratiche che del mezzo
filmico hanno saputo valorizzare le multiformi potenzialità espressive e di stimolo dei processi di apprendimento. Oggi, saper “formare con il cinema” è parte rilevante del bagaglio professionale dei formatori e, al tempo stesso, motivo di confronto e di aggiornamento continuo, nell’ambito di convegni, workshop, seminari, e di un festival specializzato – il ForFilmFest – che AIF promuove dal
2007, con la collaborazione della Cineteca di Bologna.

A partire dal volume collettaneo Formare con il cinema. Questioni di teoria e di metodo (pubblicato nella collana AIF di Franco Angeli e a cui ha contribuito gran parte dei formatori italiani protagonisti di questo ambito metodologico), l’incontro offrirà una panoramica e un’opportunità di dibattito sulla gamma molto ampia di esperienze, metodologiche e applicative, oggi esistenti. Esperienze che riguardano due principali versanti: da una parte, il cinema come archivio – dalla creazione di nuove ‘forme’, come il “blob” cinematografico, fino all’utilizzo didattico di singole scene o sequenze di un film; dall’altra, l’utilizzo del cinema e di altri linguaggi audiovisivi in una prospettiva narrativa autonoma e originale, che sfrutta le pratiche della rete e le nuove tecnologie per creare nuove storie
e soluzioni crossmediali.

Destinatari: Formatori, consulenti, responsabili d’azienda, studenti universitari del settore formazione, studenti e professionisti del cinema e di altri linguaggi audiovisivi.
Ne discutono insieme a Sergio Di Giorgi, formatore e critico cinematografico, e Dario Forti,
psicosocioanalista e consulente di sviluppo organizzativo, curatori del volume:

Pier Sergio Caltabiano, Past President AIF, Direttore Generale CTC, Formatore e neurolinguista
Emanuela Mancino, Università degli Studi Milano Bicocca
Francesco Varanini, Formatore e consulente
Giuseppe Varchetta, Psicosocioanalista, consulente di formazione e sviluppo organizzativo

Coordinano e moderano l’incontro:
Mauro Tomè (Presidente Ariele – Associazione Italiana di Psicosocioanalisi)
Anna Ciuffoletti (membro Direttivo AIF Lombardia)

Per richiedere informazioni e confermare la propria partecipazione invSergio Di Giorgi: srg.digiorgi@gmail.com o a ariele@psicosocioanalisi.it