Cinque narrazioni della Trasformazione Digitale. Webinar gratuiti a cura di Edizioni Este sui temi del libro ‘Le Cinque Leggi Bronzee dell’Era Digitale’, Guerini e Associati, dal 10 settembre in libreria e presso le librerie online, anche in formato ebook


Cinque webinar, di lunedì, 7, 14, 21, 28 settembre e 5 ottobre, dalle 12 alle 13. Organizzati da Edizioni Este.

Qui per maggiori dettagli e per iscriversi.

Siamo esseri umani, non macchine. L’apprendimento umano avviene innanzitutto l’ascolto collettivo di narrazioni. La narrazione spiega, e cala in profondità nel nostro cuore e nella nostra mente. Il racconto può riferire in modo preciso a proposito delle tecniche, e può allo stesso tempo parlarci delle meravigliose novità, delle opportunità inattese, ma anche dei rischi e delle minacce. In modo che ogni manager, ogni lavoratore, ogni cittadino, possa, di fronte alla novità digitale -Intelligenza Artificiale, algoritmi, Big Data…- formarsi una personale opinione, assumersi le proprie responsabilità, fare le proprie scelte.

Ognuno dei webinar inizia con una narrazione di Francesco Varanini, tratta dal libro Le Cinque Leggi Bronzee dell’Era Digitale. E perché conviene trasgredirle, Guerini e Associati, in libreria ed in formato e-book dal 10 settembre 2020. Qui il link a uno dei luoghi dove si può acquistare il libro. Il webinar si svolge poi come dialogo con con Chiara Lupi, Direttore Editoriale Este, e di volta in volta con un ospite esperto dell’argomento trattato. Come in ogni webinar, i partecipanti possono commentare e porre domande.

7 Settembre 2020: La vera storia di Alan Turing, un bambino poco amato
Alan Turing è mitizzato come eroe, sia in quanto decrittatore di codici militari nazisti, sia in quanto fondatore della Computer Science. Le vite degli eroi non sono quasi mai raccontate in modo critico e rispettoso della storia. A Turing si deve l’idea centrale della Rivoluzione Digitale: le macchine possono e debbono sostituirsi agli esseri umani. L’origine di questa idea sta nella sua triste storia di vita.
Ospite: Marco Bruschi

14 Settembre 2020: La pianola meccanica
Cent’anni fa una famosa sentenza della Corte Suprema statunitense coglie le differenze tra testi scritti in una lingua conosciuta dai cittadini e testi scritti tramite un linguaggio di programmazione, noto solo ai tecnici e destinato a far funzionare una macchina.
Ospite: Giuseppe Vincenzi

21 Settembre 2020: Un Sovrano Assoluto poco illuminato
Mark Zuckerberg non merita una particolare stima, eppure il suo potere è evidente. Facebook è l’esempio più chiaro di come le piattaforme digitali si propongono come nuovi mondi, dove i cittadini e lavoratori sono ridotti a utenti di programmi e di servizi progettati da tecnici lontani.
Ospite: Fiorello Cortiana

28 Settembre 2020: L’infermiera o il Primario
Garry Kasparov, campione nel gioco degli scacchi, sconfitto da una Intelligenza Artificiale, si è creato una nuova carriera come ‘allenatore’ di Intelligenze Artificiali. Se Intelligenze Artificiali e robot lavorano fianco a fianco con esseri umani, non basta parlare di collaborazione. Chi tra i due attori decide in ultima istanza? Kasparov sostiene che…
Ospite: Federico Cabitza

5 Ottobre 2020: La nonna di Bill Joy
Nel 1998 Bill Joy, imprenditore sulla cresta dell’onda, progettista del linguaggio di programmazione Java, incontra ad un convegno nel quale sono entrambi relatori, Ray Kurzweil. Kurzweil, inventore, imprenditore, futurologo, dà a Joy le bozze del suo nuovo libro, The Age of Spiritual Machines. Joy, molto colpito, non può fare a meno di rispondere con un articolo, “Why the Future Doesn’t Need Us”, che appare su Wired nell’aprile 2000.
Ospite: Fosca Giannotti