Curriculum di Francesco Varanini

Francesco Varanini è nato a Pisa il 17 aprile 1949. Si è laureato a Padova in Scienze Politiche, discutendo una tesi di indirizzo socio-etnografico, ottenendo la votazione di 110 e lode.

1974-1977
Dopo aver svolto il servizio militare come ufficiale di complemento degli alpini, ha lavorato per tre anni, in Ecuador, provincia di Esmeraldas, portando a termine diversi progetti di ricerca socio-antropologica, con diverse committenze: Università locali, Chiesa cattolica, Organizzazione Mondiale della Sanità, ecc.. I progetti riguardavano tra l’altro: alfabetizzazione (corsi pilota e formazione di alfabetizzatori); religiosità popolare; distribuzione delle terre (in vista di una progettata Riforma Agraria); famiglia e strutture sociali elementari.

1978-1991
Dal 1978, presso Arnoldo Mondadori Editore, lavora al Servizio Formazione del Personale delle Officine Grafiche di Verona
Dal 1979 al 1981 è stato Direttore di Radio Popolare di Verona.
Dal 1981 presso Arnoldo Mondadori Editore è redattore presso la Direzione Libri Illustrati.
Dal 1983, sempre lavorando nell’area produttiva della Mondadori, è Capoprogetto presso il Servizio Organizzazione. E’ responsabile del progetto relativo allo Stabilimento Nuove Tecnologie (le tecnologie elettroniche e digitali che nella prima metà del decennio rivoluzionano il ciclo di produzione editoriale). F. V. è responsabile del disegno del modello organizzativo e dei nuovi ruoli, frutto di ricomposizioni di mansioni tradizionali. Altri progetti riguardano: i ruoli nei reparti di produzione e di manutenzione delle Cartiere di Ascoli; l’introduzione di nuove tecnologie e le figure professionali nelle redazioni editoriali.
Nel 1985 F.V., a Milano, è nominato Responsabile del Servizio Organizzazione del Gruppo Mondadori. Nell’87, nell’ambito della Direzione Generale Periodici, assume la responsabilità dei Servizi per le Redazioni. Guida il progetto Banca Dati: fondata in origine sul software di Information Retrieval STAIRS di Ibm (il software precursore degli attuali ‘motori di ricerca’), la Banca Dati Mondadori è a tutt’oggi la più ricca base dati italiana di articoli giornalistici.
Resa operativa la Banca Dati, nel 1989 è affidato a F. V. il compito di definire il modello organizzativo, curare il decollo e gestire i Servizi Informativi Redazionali di Gruppo (all’epoca comprendente Mondadori periodici, Mondadori libri, Repubblica, Espresso, quotidiani locali FINEGIL, ecc.). Obiettivi del progetto: favorire sinergie e costruire le basi sulle quali fondare l’ingresso del Gruppo nel settore dei New Media.
Successivamente F.V. lavora allo sviluppo di nuovi prodotti di editoria periodica, rivolti al mercato italiano e a specifici mercati esteri.

1991-1994
Dal 1991 al 1993 è Direttore Generale di Cuore Corporation, la casa editrice del settimanale Cuore.
F. V. cura lo start up e gestisce la casa editrice in base a un modello organizzativo snello, frutto dell’approfondita conoscenze del troppo pesante modello organizzativo delle grandi case editrici, e di un innovativo uso delle tecnologie. Cura al contempo il progetto e il lancio del settimanale Il Salvagente.
Nel 1993 fonda assieme a Giovanni De Mauro il settimanale Internazionale. È Amministratore Delegato della casa editrice fino al 1994.

1994-oggi
A partire dal 1994 F. V. lavora come consulente, formatore, direttore di ricerca, docente universitario, organizzatore di eventi. L’attività professionale trova fondamento nell’esperienza di ricerca sociale ed etnografica e nella successiva esperienza di manager. L’attività professionale, anche, trova via via punti di incontro con la parallela attività di scrittore.
F. V. guarda con particolare attenzione all’etica, allo sviluppo del personale, al cambiamento organizzativo, alla gestione delle conoscenze e all’uso dell’Information & Communication Technology come leva strategica.
Tra le esperienze maturate, ricordiamo le seguenti.

Formazione e consulenza
Nel 1994-1995 lavora alla riorganizzazione delle attività di cartografia elettronica del Touring Club e alla riorganizzazione della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci (dedita alla diffusione dell’editoria libraria e all’organizzazione del Premio letterario Strega).
Negli anni 1996-1998 per Tesi, società di consulenza e di formazione direzionale, è responsabile del progetto interno per la creazione di un sistema di Knowledge Management, finalizzato a valorizzare il know how della società, alla data disperso in archivi diversi, e legato alla memoria di singoli consulenti.
Cura la comunicazione interna di ICCREA (Istituto Centrale delle Banche di Credito Cooperativo). Elemento centrale del progetto è la creazione di un house organ rivolto a tutti i dipendenti. F.V. cura il progetto editoriale e dirige la rivista per quattro anni.
Tra il 1996 e il 1997, presso Milano Assicurazioni diversi interventi: tra gli altri la riscrittura dei testi delle polizze in una ottica di servizio al cliente.
Dal 1996 al 2008 lavora per la Compagnia di Assicurazioni Reale Mutua. Tiene corsi di cultura del servizio, problem solving creativo, business writing, comunicazione integrata. In quanto consulente si occupa di reingenerizzazione del processo del ramo Auto; interventi sulla cultura del servizio, sul clima organizzativo e sull’orientamento al cambiamento, sul complessivo riassetto dell’Area Information & Comminication Technology, sulla definizione delle strategie di e-Learning e di Knowledge Management, introduzione del nuovo sistema informativo integrato di sede e agenzia.
Nel 1997-98, con la società di consulenza Scenari, lavora per Telespazio: si occupa la definizione di nuovi concept di prodotti/servizi, definizione del modello organizzativo di una nuova unità market-oriented.
Nel 1997 F.V. partecipa ai gruppi di progetto che hanno realizzato i siti www.snai.it; www.breil.com; www.kindersurprise.co.uk (il primo di Ferrero rivolto ad uno specifico target).
Dal 1997 al 2002 è stato membro del Comitato Scientifico che presiede alle attività formative rivolte ai ‘talenti’ di Omnitel. Le attività sono progettate e organizzate come sistema, secondo il modello della Corporate University, sotto il brand complessivo ‘Università del Servizio’. Punta di diamante del sistema è il Progetto Vega, percorso formativo multidisciplinare, aperto, supportato da strumenti di e-Learning.
Dal 1999 al 2008 collabora con ISTUD-Istituto di Studi Direzionali, inizialmente coordinando la realizzazione di nuovi servizi fondati su portali web nell’ambito di progetti finanziati dalla Comunità Europea: servizi per la Piccola e Media Impresa; comunità virtuale di professionisti della consulenza.
Fonda presso ISTUD l’Area e-Business e Information & Communication Technology.
Presso ISTUD F.V. ha promosso e diretto il primo Master italiano dedicato all’e-Business Management (2000) e il primo Master italiano dedicato al Customer Relationship Management (2002).
Nel 1999 con la Riunione Temporanea d’Impresa Selfin-Scenari ha progettato e diretto per il Ministero della Difesa un percorso formativo di orientamento all’autoimprenditorialità, rivolto ai militari di leva. L’intervento ha toccato oltre 10.000 giovani.
Nel periodo 1998-1999 F.V. è stato consulenti di Cariverona per la scelta degli strumenti di e-Learning (in particolare della valutazione delle offerte dei fornitori per le piattaforme di Learning Management System).
Dal 2000 al 2002 F.V. per Banca Intesa (Intesa Formazione) è stato il metodologo del progetto teso alla definizione dell’architettura integrata di e-Learning, e allo sviluppo della piattaforma dedicata (Intesa Campus).
Dal 2000 al 2009 è consulente della Confederazione Nazionale Artigianato (CNA) Emilia e Romagna. F.V. ha lavorato alla definizione del nuovo modello di associazione, supportato da tecnologie ad hoc, e alla reingegnerizzazione di SIAER, la società regionale di Sistemi e Servizi Informatici: trasferimento di attività di routine a Application Service Provider; nuovi standard hardware e software, nuovi servizi. Nel 2007 lavora al passaggio da società regionali di servizi informatici ad un Sevizio Nazionale (Vedi: Giorgio Allari, Luigi Serio, Francesco Varanini, Lauro Venturi, L’evoluzione della rappresentanza. Lo sviluppo del sistema CNA Emilia Romagna, Guerini e Associati, 2004; Giorgio Allari, Nuovi modi di rappresentare. la CNA Emilia Romagna alla ricerca di una nuova identità, Guerini e Associati, 2006). Nel 2008 il processo di cambiamento si concretizza nella costituzione della una società destinata ad operare a livello nazionale: CNA Informatica spa.
Nel 2003 lavora alle definizione delle strategie e degli strumenti di e-Learning e di Knowledge Management per Credem.
Tra il 2003 e il 2004 dirige, per Scenari, il progetto formativo sul tema della motivazione de dell’orientamento al cliente per il personale dell’assistenza a terra della Divisione Passeggeri di Trenitalia.
Nel 2003 tiene corsi di business writing presso la società di ricerche di mercato Ipsos.
Dal 2004 al 2007, presso TSF, Telesistemi Ferroviari (Gruppo Finsiel Almaviva) cura progetti di crescita personale, di valorizzazione delle competenze, di coordinamento di progetti di innovazione. (Alcuni risultati sono testimoniati dal libro collettivo scritto da dipendenti dell’azienda: AA.VV., Ti sembra facile, Guerini e Associati, 2005).
Nel 2004, con la società A–cci, lavora a progetti nel campo del Knowledge Management per Banca Intesa e alla reingegnerizzazione dell’area Sistemi Informativi della Società Cattolica di Assicurazione.
Dal 2005 al 2006 lavora al Change Management che accompagna l’introduzione di un nuovo sistema informativo presso Sara Assicurazioni.
Dal 2003 ad oggi lavora per Autogrill. Cura tra l’altro progetti riguardanti la commercializzazione di prodotti editoriali. Nel 2006 lavora a un progetto di valorizzazione dei lavoratori immigrati intesi come potenziali talenti. Nel 2007 partecipa al gruppo di lavoro che progetta il sito istituzionale, che nel novembre 2007, nell’ambito dell’H&H Webranking 2007 Italia Top 80, guadagna “a prize for Commendable Website Initiative, for its launch of a new corporate website dedicated to the use of interactive Web 2.0 applications”.
Dal 2008, sempre in Autogrill, lavora ai progetti di sviluppo organizzativo riguardanti il decollo delle funzioni Corporate, e in particolare al nuovo modello organizzativo dell’area Sviluppo Organizzativo e Information & Communication Technology.
Dal 2008, ancora in Autogrill, è responsabile del progetto iniziale e membro dello Steering Committee del progetto Internal Portal, destinato a raggiungere con tecnologie web Aspetto fondamentale del progetto è la possibilità di garantire scambio e condivisione di conoscenze tra dipendenti e collaboratori.
Dal 2007, per il Project Management Institute (PMI) Italy Notrhern Chapter, cura attività formative orientate a completare la consueta formazione del project manager dal punto di vista delle soft skill (problem solving, uso del tempo, sguardo etnografico).
Dal 2008 cura per Engineering Ingegneria Informatica (Scuola di Formazione Enrico della Valle) attività di progettazione formativa e di docenza.
Dal 2009 collabora con Scuola Coop, l’istituto di formazione nazionale delle cooperative di consumatori, con attività di formazione formatori e di docenza, con particolare riguarda all’area della creatività, della conoscenza e della narrazione (knowledge management, storytelling). Cura tra l’altro il decollo del progetto di scrittura collaborativa ‘Il baule delle storie’.
Dal 2011 collabora con CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, Associazione provinciale di Milano e Monza Brianza. Il progetto riguarda il ripensamento del senso dell’associazione e l’individuazione di un adeguato modello di organizzazione ‘snella’.
Dal 2013 è Direttore Scientifico di Sistema Eduzione. Presso Sistema Eduzione, F.V. ha fondato nel 2015 la Scuola di Etnografia Organizzativa.
Dal luglio 2015 è Presidente del Comitato Tecnico-Scientifico del Consorzio Friuli Formazione.

Ricerca, attività culturali, docenze universitarie
Nel periodo 1995-97 collabora con l’Istituto di Comunicazione dello I.U.L.M., conducendo seminari e dirigendo progetti, in particolare nel campo della sociologia della comunicazione e del marketing del settore editoriale.
Tra il 1998 e il 2000 conduce presso ISTUD una ricerca sul cambiamento organizzativo che lo stesso Istituto ha vissuto in quegli anni. (Francesco Varanini, DevelopNet Lombardia: il progetto narrato, Il sole 24 ore, 2000). Presso ISTUD ha diretto il primo master italiano dedicato all’eBusiness e il primo master dedicato al Customer Relationship Management.
Tra il 1999 e il 2001 dirige per conto dell’Associazione Industriale Bresciana, Sezione Piccola Industria un progetto teso a valorizzare l’orientamento all’innovazione e alla condivisione delle conoscenze diffuso presso gli associati, ma non riconosciuto in sede istituzionale. ( Francesco Varanini, con Mauro De Martini, Maurizio Lambri, Massimo Redolfi, Gianfranco Tosini, L’innovazione latente. Un campione di piccole e medie imprese bresciane si racconta, Il Sole 24 ore, 2001).
Nel 2002 è tra i soci fondatori di Assoetica, associazione per la diffusione di atteggiamenti etici nel mondo del lavoro e delle organizzazioni. E’ direttore del Comitato Scientifico dell’associazione. In questa veste cura i progetti di intervento presso aziende ed i progetti formativi. Asssoetica è stata premiata con Benemerenza Civica dal Comune di Milano nel 2012, per la sua attività nel campo della formazione sull’etica del lavoro e degli affari.
Il percorso formativo di Assoetica ‘La direzione etica’ costituisce il filo continuativo dell’attività. Nel 2010 viene data alle stampe, presso Guerini e Associati, una raccolta delle lezioni tenute presso Assoetica da Zygmunt Bauman, Archie B. Carrol, Carlo Casalone s.i., Paolo Fabbri, Francois Jullien, Serge Latouche, Giancarlo Livraghi, Giuseppe O. Longo, Carlo Pelanda, Salvatore Veca. (Bruno Bonsignore e Francesco Varanini, Un’etica per manager, Guerini e Associati, 2010).
Tra il 2003 e il 2004 ha partecipato alla stesura del Manifesto dello Humanistic Management. (Vedi Marco Minghetti e Fabiana Cutrano (a cura di), Le nuove frontiere della cultura d’impresa. Manifesto dello Humanistic Management, Etas, 2004).
Dal 2003al 2015 è docente a contratto presso il Corso di Laurea Interfacoltà di Informatica Umanistica dell’Università di Pisa. Insegna ‘Tecnologie dell’Informazione e produzione di letteratura’ e ‘Knowledge Management’. Frutto di questo impegno è Il Trattato di Informatica Umanistica, in quattro volumi. Il primo volume, Macchine per pensare. L’informatica come prosecuzione della filosofia con altri mezzi, è uscito nel dicembre 2015 presso Guerini e Associati.
Dal 2015 è docente presso l’Università di Udine.
Dal 2015 a Udine cura una sezione dell’evento Conoscenza in Festa. La sezione, denominata Via della Narrazione, propone avvicinamenti  alla conoscenza lontani dai canoni scolastici e scientifici. Nel 2016 nel quadro di Via della Narrazione è stato sviluppato il progetto Taramot, un articolata serie di azioni che prendendo spunto dal quarantennale del terremoto del Friuli coniuga la coltivazione del ricordo tramite opportunità offerte dalla cultura digitale con installazioni artistiche aperte al contributo della cittadinanza.
Dal 2006, con la rivista Persone & Conoscenze, da lui fondata nel 2004, organizza gli incontri-confronto che dal 2007 hanno preso il nome di Risorse Umane e non Umane. Gli incontri toccano Ancona, Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino, Udine, Verona, e vedono presenti ogni anno più di 1.800 professionisti dell’area Risorse Umane e Organizzazione.
Nel 2008 dirige la ricerca: Il mercato della formazione aziendale in Italia: scenario e trend, promossa da Este e GKI. Nel 2010 dirige la ricerca: Il ruolo della Direzione del Personale nella scelta delle strategie d’impresa, promossa da Este e INAZ. Nel 2016 dirige per Este Situazioni e prospettive della Direzione del Personale in Italia.
Dal 2008 al 2009 ha curato per il Project Management Institute (PMI) Italy Northern Chapter il percorso di ricerca e formazione ‘Project Management and Complexity’, teso a definire strumenti di governo del progetto alla luce dei modelli della complessità e del caos. In questo quadro, a partire dal 2008, F.V. ha curato per il PMI l’organizzazione dei convegni Progetti e Complessità’. I frutti del lavoro svolto sono oggetto del libro: Francesco Varanini e Walter Ginevri (a cura di), Il Project Management emergente. Il progetto come sistema complesso, Guerini e Associati 2009. Il volume si apre con un ampio testo di F.V., “La complessa vita del progetto. Uno sguardo umanistico”. La traduzione in inglese, Project & Complexity, è uscita nel 2012 presso CRC Press – Auerbach Publications (Taylor & Francis Group).
Nel 2012 dirige per CNA Milano-Monza Brianza la ricerca Artigiani e piccoli imprenditori come persone: le conseguenze della crisi. Dal 2013 fa parte della Direzione di CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, Associazione provinciale di Milano e Monza Brianza.
Dal 2010 dirige il Comitato Scientifico della Scuola di counseling Sistema Counseling.
Dal 2010, presso la Casa di Vetro di Milano, propone incontri culturali e seminari gratuiti, orientati a diffondere un approccio multidisciplinare alla costruzione di conoscenze. A sostegno di questa attività è stata fondata nel 2012 l’associazione Casa di Vetro, di cui F.V. è socio fondatore.
Dal 2009 F.V. fa parte del Comitato Scientifico della rivista Sviluppo & Organizzazione.
Dal 2008 fa parte del Consiglio Direttivo del Gruppo Lombardo dell’Associazione Italiana Direzione del Personale (AIDP).
Dal luglio 2013 è Presidente per la Lombardia dell’Associazione Italiana Formatori (AIF).
Ha organizzato e curato, in quanto Direttore Scientifico, il XXVII Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Formatori (AIF): ‘Liberare la formazione’, Milano, 13-14 novembre 2015.

Attività di scrittura ed editoriale
F.V. è autore tra l’altro di due libri di ‘poesie aziendali’: T’adoriam budget divino, Sperling & Kupfer, 1994. E L’irresistibile ascesa del Direttore Marketing cresciuto alla scuola del largo consumo, Guerini e Associati, 2003.
Romanzi per i manager. Il romanzo come leva strategica, Marsilio, 2000, è una raccolta di ‘casi aziendali’ tratti da grandi romanzi. La serie (che raccoglie testi apparsi dal gennaio 1992 all’aprile 2006 sulla rista bimestrale Sviluppo & Organizzazione) prosegue con: Leggere per lavorare bene, Marsilio, 2007; Il Principe di Condé. Nuovissimi romanzi per i manager, Este, 2010.
Nel 2006 esce, presso Guerini e Associati, Le parole del manager. 108 voci per capire l’impresa. Presso lo stesso editore, esce nel 2011 un’altra raccolta: Nuove parole del manager. 113 voci per capire l’azienda.
Nel 2010, sempre presso Guerini, esce Contro il management, saggio sulle degenerazioni di quella disciplina chiamata ‘management’, sui limiti della classe dirigente che guida le imprese, e sull’invasiva e schiacciante pressione della finanza.
Nel 2013 esce Le vie della formazione, scritto con Gianluca Bocchi.

F.V. sta attualmente lavorando ad un vasto testo riguardante l’informatica come cultura, la filosofia del computing e della Rete, la la digitalizzazione della conoscenza, il futuro dell’editoria. Frutto di questo lavoro è il Trattato di Informatica Umanistica. Primo volume: Macchine per pensare, Gueerini e Associati, gennaio 2016. Tracce di questo lavoro sono via via pubblicate sul blog Dieci chili di perle .

Nel 1998 F.V. ha dato vita al sito Bloom. Frammenti di organizzazione, luogo di raccolta e di scambio di esperienze organizzative, e di riflessioni sulla cultura del lavoro.
Nel 2004 F,V. ha fondato -presso la casa editrice Este- la rivista mensile Persone & Conoscenze, che tutt’ora dirige. La rivista si è affermata come il principale organo di informazione indipendente nel campo della pratiche e delle teorie legate alla Direzione del Personale, allo Sviluppo Organizzativo, al Knowledge Management, al ‘Management Umanistico’.
Dal 2004 al 2012 F.V. ha diretto, per le edizioni Guerini e Associati, la collana di libri ‘Virus. Il contagio dell’esperienza’.

F.V. è iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 1981. Ha collaborato alle pagine culturali del Sole 24 ore (1985-1988) e del Giornale (inizio anni ’90). Ha tenuto rubriche, tra l’altro, sul Sole 24 ore, Espansione, Sistemi & Impresa, Zerouno. Dal 1992 tiene una rubrica su Sviluppo & Organizzazione: al ‘Principe di Condé’ è seguita la rubrica ‘Le parole del Manager’.

In una vita parallela, F.V. si occupa di critica letteraria, con particolare riferimento alla letteratura ispanoamericana. È autore di Viaggio letterario in America Latina, Marsilio, 1998 (e Ipoc, 2010); traduzione spagnola Viaje literario por América Latina, Barcelona, El Acantilado, 2000.

(Ultimo aggiornamento: settembre 2016)