Perché dovremmo fidarci di un tecnico? E in special modo, perché dovremmo fidarci di un tecnico bocconiano?


Mi sembra doveroso pormi questa domanda. Ho scritto un libro intitolato, non a caso, Contro il management. Ora penso che dobbiamo dare credito a Monti. Ma dobbiamo anche riflettere sul confine tra management e politica, guardando in particolar modo a tre parole che ricorrono in questi giorni nei discorsi di tutti: crescita, responsabilità ed equità.
Perciò ho scritto queste righe.