‘Le Cinque Leggi Bronzee dell’Era Digitale’, recensione di Giuliano Milani su ‘Internazionale’, 9 ottobre 2020


Mi si definisce “poliedrico esperto di lavoro, management, arte e letteratura”. Credo che cercare l’interdisciplinarità sia oggi un dovere e allo stesso tempo una necessità.

Solo tenendo insieme “poesia, filosofia, scienza dell’informazione”, solo guardando contemporaneamente “all’Europa di Leopardi e Goethe” e “alla Silicon Valley di Elon Musk” possiamo tornare consapevolmente a fare, anche nei tempi digitali, ciò che “ci caratterizza come esseri umani: apprezzare narrazioni e lingue, curarsi, mettersi d’accordo con gli altri, partecipare alla presa di decisioni, assumerci delle responsabilità”.